Home News Dronitaly 2016

Dronitaly 2016

dronitaly-2016-modena-fiere-30-1-ottobre_enac-2

DRONITALY 2016 – IMPRESSIONI E GIUDIZI


Di ritorno da Modena Fiere, dove si è svolta “Dronitaly 2016”, resta più che altro l’amaro in bocca.
Da appassionato, curioso di conoscere nuovi modelli e, perchè no, disposto a farmi convincere a fare un upgrade e comprare finalmente un drone più serio di un giocattolo, aspettavo questo evento con molta ansia.
Come hobbista ho acquistato il ticket per la sola area Fun, in generale il costo del biglietto (e del parcheggio) è un po’ più alto della media degli eventi a Modena, e non essendo un professionista non ho trovato interessante l’offerta dell’area Pro, quest’anno molto incentrata sulle applicazioni agricole dei droni ma non solo.


LASCIATE OGNI SPERANZA VOI CHE ENTRATE


nessuno all'ingresso...
Passato dalla biglietteria, entro nel padiglione “A” quasi vuoto, a destra il circuito per FPV racing di cui parlerò tra poco, nel restante spazio sei stand ben distanziati gli uni dagli altri, ed un ulteriore spazio delimitato da pannelli in cartongesso (che ricordano la riduzione degli spazi negli ipermercati in crisi).
I droni che è possibile acquistare sono principalmente dei giocattoli a partire dal (buon) mini Cheerson CX 10.
Lo stand di Yuneec ed ICT Cube propongono lo stesso prodotto prosumer,il Breeze, ma sarebbe stato interessante poter vedere anche delle alternative che pure esistono, all’interno della stessa fascia di prezzo.


ASPETTI POSITIVI


Dronezine ha organizzato un vivaio, dove i più piccoli  hanno potuto provare dei droni giocattolo in uno spazio protetto da reti: bella iniziativa, inutile dire che i nativi digitali hanno nel sangue anche il pilotaggio di apr.
Sicuramente l’attrazione principale per il pubblico presente è stata la pista per i droni da corsa, e in questo caso, nonostante l’allestimento semplice, c’è sicuramente l’emozione ed il divertimento. Gli schermi piccoli e la mancanza di un abbigliamento distintivo per i piloti (mi sarebbe piaciuto un sistema che facesse associare il drone al pilota, ad esempio) non ha reso facile godere appieno della dimensione sportiva ed agonistica delle corse.

dronitaly-2016_fvp-racing


CONCLUSIONI


A mio parere un’occasione mancata, corretta la distinzione tra fun e professional, sbagliato penalizzare così fortemente l’area fun che invece dovrebbe essere la porta d’ingresso in un mondo fatto anche di professionalità ed utilità commerciale.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Ringraziamo Matteo Carbone per le foto 


Vi ricordiamo che InfoDrones.It raccoglie le vostre richieste e crea articoli in base alle vostre esigenze. Non esitate a contattarci all’indirizzo InfodronesIT@gmail.com e continuate a seguirci su Facebook, Google+ , Twitter , Instagram e Pinterest !!!