giovedì, 22 febbraio 2018

Cosa ci lascia il Kappa Drone Festival

 

COSA CI LASCIA IL KAPPA DRONE FESTIVAL

Si è concluso Domenica scorsa il Kappa Drone Festival di Torino, una manifestazione organizzata dalla Planner Srl e sponsorizzata dalla storica azienda torinese di abbigliamento sportivo.
Un occasione unica per conoscere professionisti, appassionati e anche qualche VIP.
Ma cosa ci resta di questo evento?



I RICORDI DI UNA CITTÀ CHE NON C’È PIÙ

Kappa Drone Festival Torino-Parco Dora-Turin

Chi non conosce Torino ha sicuramente apprezzato la location scelta per la kermesse ma solo chi è nato in questa città può comprendere la straordinaria trasformazione che ha interessato questo luogo.
Fino agli anni ’90, infatti, i fumi delle acciaierie Fiat e i volti scuri degli operai erano il simbolo di un quartiere conosciuto per lo spaccio e le violenze ai margini della Dora.
Grazie ad una grande opera di riqualificazione urbana, la vecchia fabbrica è stata trasformata in luogo di aggregazione e sviluppo culturale (ad oggi è infatti un importante centro di eventi artistici e non solo), il verde del grande parco allieta le giornate di sportivi e famiglie ed è in corso una lenta ma visibile ripresa imprenditoriale.

SCUOLE DI VOLO, CENTRI DI CONSULENZA e COSTRUTTORI

North West Service Kappa Drone Festival

I visitatori hanno potuto chiedere come poter diventare dei piloti (leggi l’articolo), avere una consulenza specifica o potersi fare assemblare un drone in base alle proprie esigenze.
Tra gli stand interessati ricordiamo la NORTH WEST SERVICE, centro di addestramento certificato Enac per insegnamento Teorico e Pratico, diventato fornitore ufficiale della Croce Rossa Italiana e che da Settembre lancerà un progetto giovani, con lo scopo di avvicinare i più piccoli all’utilizzo consapevole dei droni (presso la struttura di Busano è possibile conseguire anche il brevetto per pilotare elicotteri).

Presente anche l’ALPHALIME AVIATION,  scuola di volo e OC APR riconosciuta ENAC, che, oltre a seguire la parte di addestramento, accompagna e segue i suoi allievi durante il percorso di riconoscimento in Operazioni Specializzate Non Critiche e Operazioni Specializzate Critiche. Con Alpha Lima Aviation collabora INFINITY SKY, azienda di Gabriele Alviano, specializzata in video-riprese (già attiva con enti locali e sopratutto con il 500 Torino Club Italia, club no profit fortemente impegnato nel sociale).

Interessanti le soluzioni per i più esperti sono state proposte da MESODRONE, ditta che si occupa di progettazione professionale di droni e fornisce corsi di specializzazione (fotogrammetria, tecniche di riprese ecc) alla consegna.
Tra i progetti della società torinese vi è la realizzazione di un drone professionale inferiore ai 250 grammi e uno studio coadiuvato con la protezione civile.

FPV E DIMOSTRAZIONI

Durante la fiera è stato possibile assistere a diverse dimostrazioni, dai voli del Parrot Bepop 2 presentato per lanciare l’apertura a Torino di un nuovo centro vendita della catena IDRONI, ai modelli distribuiti da BIZ Model (rivenditore ufficiale DJI), giungendo al tanto atteso Typhoon H.
Stupendo assistere alle acrobazie e alla velocità di controllo dimostrata dai ragazzi di FPV-IT, capitanati dal campione BadSide84 Giuseppe Rinaldi, ma sopratutto la felicità dei bambini al loro primo volo.

INFORMAZIONE E CULTURA PER COMBATTERE L’ABUSIVISMO 

Conferenza Kappa Drone Festival

Durante la manifestazione si sono tenute diverse conferenze ( dall’uso dei droni in campo civile fino alle presentazioni dello sport del futuro, il Drone Racing FPV,  alla conoscenza di nuove imprese e modelli) ma quella che più ci ha colpito è stata quella riguardante gli sviluppi della regolamentazione italiana ed europea.
Oltre alle critiche ad un Ente Nazionale (Enac) ed Europeo (Easa) che non agevolano chi vuole investire tempo e denaro in un settore in forte espansione si è parlato di un tema molto caldo: i cosiddetti abusivi.
Come ripetuto da Dronezine e dagli altri protagonisti al tavolo (erano presenti alla fiera alcuni esponenti di FIAPR), il problema principale è la mancanza di informazione e cultura.
Sapere che chi vola senza regole può incorrere in multe superiori ai 50 mila euro e che chi accetta un lavoro da un pilota non riconosciuto rischia gravi sanzioni penali potrebbe sicuramente aiutare.

L’UNIONE FA LA FORZA

100Droni Kappa Drone Festival

La collaborazione in un settore in forte crescita è fondamentale per non essere schiacciati.
Lo sa bene Andrea Cento di 100Droni, che oltre alle riprese aeree e alla vendita di droni certificati si è specializzato nella realizzazione di sistemi di sicurezza per droni (dai cavi di ritenuta al paracadute EasyLand) e che collabora con un azienda che fornisce terminatori di volo.
Chi conosce bene la parola unione è anche Riccardo Deregibus che con il suo StudioR3D e grazie alla cooperazione con l’università di Vercelli fornisce soluzioni in campo topografico, architettonico ed archeologico.

CINEMA E NON SOLO

Nova RolFilm Kappa Drone Festival

L’utilizzo a cui si pensa quando si guarda un drone è quello delle riprese.
La NOVA ROLFILM, casa di produzione con 60 anni di esperienza, in collaborazione con ALTA VISIONE ha integrato le tecniche di ripresa classiche con quelle aeree ( attraverso i droni ma sopratutto con un dirigibile che permette di volare in circostanze non possibili con un Sapr) e quelle da terra (molto interessante la macchina radiocomandata che può trasportare macchine professionali e consente riprese da un punto di vista inusuale).
Chi ha lavorato per il cinema è anche il team di DRONI.TO, che insieme a NEXUS ha realizzato le riprese aeree in “The Broken Key” e che utilizza camere a 360 gradi, oltre ad avere uno shop online e ad avere iniziato un progetto legato alla lotta alla piralide in campo agricolo.
Utilizza riprese a 360 attraverso una doppia esposizione (una camera viene applicata nella parte superiore ed una nella parte inferiore del drone) anche lo STUDIO PANDORA, che può contare sulle riprese di diversi Spot e video legati al territorio.

YUNEEC E IL TYPHOON H

Yuneec Kappa Drone Festival

Grande curiosità nello stand Yuneec, che oltre a mettere in palio un TH, ha mostrato al pubblico il nuovo skateboard elettrico E-GO2.
Importanti novità in arrivo dalla casa cinese con sede in Germania che pre-annuncia una nuova gamma di modelli più piccoli, una termo-camera Flir e l’uscita nei prossimi mesi della versione Real Sense del Typhoon H (nei prossimi 10 giorni dovrebbe anche arrivare il primo aggiornamento firmware).
A fine luglio sarà inoltre lanciato un visore HD che si potrà collegare all’uscita hdmi del proprio Drone e a dispositivi digitali di intrattenimento, come la PlayStation.
Ci è stata confermato che l’ordine dei ritardi nella consegna dei Typhoon e dei relativi accessori è stata dovuta ad una inaspettata richiesta di mercato.

CONCLUSIONI

IDRONI Kappa Drone Festival

Il Kappa Drone Festival ci lascia la sensazione di un settore dove gli addetti ai lavori siano in attesa di un cambiamento reale da parte di chi può decidere il futuro di migliaia di posti di lavoro. L’unione europea prevede un circolo di denaro superiore ai 20 miliardi di euro nei prossimi dieci anni ma, attualmente, solo chi ha integrato la propria attività a quella del pilota sembra poter sopravvivere.
Queste occasioni sono utili per informare e responsabilizzare, più che per vendere, e chi di dovere dovrebbe ascoltare i segnali che giungono dal “basso”, e i rappresentati delle associazioni di categoria.

[easingslider id=”1196″]

Vi ricordiamo che InfoDrones.It raccoglie le vostre richieste e crea articoli in base alle vostre esigenze. Non esitate a contattarci all’indirizzo InfodronesIT@gmail.com e continuate a seguirci su Facebook, Google+ , Twitter , Instagram e Pinterest !!!