Home News Ancora molta confusione nei confronti della Smart Home

Ancora molta confusione nei confronti della Smart Home

d-link

Un’indagine di D-Link riguardo la domotica


Nonostante la diffusione di dispositivi smart pensati e realizzati per rendere la quotidianità degli esseri umani più semplice, c’è ancora molta confusione tra gli europei nei confronti della domotica e della Smart Home. A dimostrarlo un’indagine condotta da D-Link, leader mondiale nella connettività Wi-Fi domestica.

(Lo sai che abbiamo creato un gruppo dedicato al mondo Mobile su Facebook? Clicca qui per entrare nella nostra Community).





Classifica dei dispositivi domotici più conosciuti


La ricerca condotta da D-Link ha visto coinvolte oltre 7.200 persone tra francesi, italiani, tedeschi, spagnoli, svedesi e inglesi ed è arrivata a una conclusione: il 57% delle persone pensa che la Smart Home sia qualcosa legata al futuro, e il 16 % ha ammesso che non sono sicuri di cosa sia una Smart Home. Nonostante questi dati, questo studio ha mostrato anche che la richiesta di Smart Home continuerà a crescere, i motivi si possono rintracciare nel voler proteggere e rendere sicura la propria casa.

D-Link casa domotica

Tra tutti i dispositivi tecnologici, D-Link ha dimostrato che quelli più utilizzati dagli italiani sono: le videocamere di sorveglianza, i sensori di movimento, gli allarmi da interno. Seguono nella classifica i rilevatori di fumo, i termostati e termovalvole connessi, gli allarmi per esterno, i sensori per porte e finestre, i baby monitor, il controllo Remoto per tende e tapparelle, il sensore per le perdite d’acqua, lo smart Switch e lo smart Plug.

E voi che ne pensate?
Fatecelo sapere nei commenti e sulla nostra Fan Page.






Vi ricordiamo che InfoDrones.It raccoglie le vostre richieste e crea articoli in base alle vostre esigenze. Non esitate a contattarci all’indirizzo InfodronesIT@gmail.com e continuate a seguirci su Facebook, Google+ , Twitter , Instagram e Pinterest !!!